Formazione e Consulenza per la Sicurezza Aziendale

Datore di lavoro e RSPP – Cosa cambia da luglio 2022


La fine del 2021 ha portato importanti novità in materia di sicurezza sul lavoro e dal prossimo 1 luglio 2022 ci sarà un ulteriore passo in avanti. Tali innovazioni coinvolgeranno il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), quale “consulente” del Datore di Lavoro, che persegue la riduzione dei rischi e il miglioramento della prevenzione e sicurezza sul luogo di lavoro.

Di seguito alcune delle principali modifiche/integrazioni al D.Lgs. 81/08 (Legge 215 del 17/12/2021):

  1. SOSPENSIONE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALE PER DETERMINATE CASISTICHE (mancata nomina del RSPP, mancata elaborazione del documento di valutazione dei rischi, mancata formazione e addestramento).
  2. REVISIONE DEL RUOLO DI “PREPOSTO”
    Il Datore di lavoro e il dirigente “debbono individuare il preposto o i preposti per l’effettuazione delle attività di vigilanza di cui all’articolo 19“. PERTANTO VIGE L’OBBLIGO DI INDIVIDUARE IL PREPOSTO (e ovviamente formarlo in merito) anche in base all’organigramma aziendale.
  3. REVISIONE DEGLI ACCORDI RELATIVI ALLA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA (entro giugno 2022) a definire contenuti e modalità anche alle novità introdotte dalla Legge 215 del 17/12/2021:
    – obbligo della formazione e aggiornamento del Datore di Lavoro;
    – revisione formazione e aggiornamento Dirigenti e Preposti.
  4. ADDESTRAMENTO
    “Viene specificato per quali aspetti è obbligatorio l’addestramento e la relativa registrazione del suo svolgimento. L’addestramento consiste nella formazione pratica, per l’uso corretto e in sicurezza di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale.
    L’addestramento consiste, inoltre, nell’esercitazione applicata, per l’attuazione di procedure di lavoro in sicurezza. Gli interventi di addestramento effettuati devono essere tracciati in apposito registro anche informatizzato”.

Se vuoi avere maggiori informazioni, contattaci

La nomina del RSPP

La figura del RSPP riveste un ruolo importante all’interno dell’azienda e chi ne ricopre il ruolo deve essere formato e aggiornato adeguatamente e periodicamente. Pertanto, ci sono diversi aspetti che ogni azienda deve tenere ben a mente:

  • la nomina del RSPP è obbligatoria: se omessa comporta la sospensione dell’attività imprenditoriale;
  • il ruolo può essere ricoperto dal DL, da un suo collaboratore interno o da un professionista esterno;
  • occorre prevedere una formazione specifica e un aggiornamento periodico.

Cosa propone Sicureco

Corsi di formazione RSPP e ASPP

Sicureco, fornisce e promuove corsi di formazione e aggiornamento per RSPP e ASPP conformi al D.Lgs. 81/08 e a quanto indicato dalla Conferenza Stato Regioni rivolti sia ai Datori di Lavoro che a collaboratori interni all’azienda.

Vedi qui tutti i corsi per RSPP e ASPP

Servizio RSPP Esterno

Fatto salvo l’obbligo per ogni attività di nominare un RSPP e considerato che il DLgs. 81/08 richiede che il Datore di Lavoro organizzi il servizio di prevenzione e protezione prioritariamente all’interno della azienda (art. 31 D.Lgs. 81/08), ci sono alcune situazioni nelle quali il Datore di Lavoro, non potendo svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione, potrebbe assegnare il ruolo di RSPP a una professionalità esterna. Per esempio:

  • nel caso il DL gestisca un’azienda tra quelle previste nell’allegato II del D.Lgs. 81/08
  • oppure si potrebbe aver bisogno di un RSPP esterno come soluzione di “passaggio”, in  attesa di avere a disposizione una figura interna formata (DL o collaboratore) secondo i dettami degli artt. 32 e 34 D.Lgs81/08. La nomina “a tempo” di un RSPP esterno potrebbe coprire tale “vuoto” evitando le sanzioni penali e la sospensione dell’attività.

Sicureco è in grado di fornire tali professionalità.

Infatti, tramite il Servizio RSPP Esterno, si mette a disposizione una figura professionale, qualificata ed esperta per sopperire alla mancanza (anche temporanea) di un responsabile interno.

Se vuoi avere maggiori informazioni, visita la pagina dedicata al Servizio RSPP Esterno


x
Informativa per il trattamento dei dati personali